Accenni Storici
"Non si può prevenire e preparare una guerra allo stesso tempo" (A.Einstein)
I Campi di battaglia oggi
"La storia nostra è storia della nostra anima; e la storia dell’anima umana è la storia del mondo." (B.Croce)

Laguerra

Scenari e cronologia del conflitto in terra trentina
"Ho lasciato la mamma mia...l'ho lasciata per fare il soldà..." (Anonimo)

GLi Eserciti

GLi Eserciti e le forze in campo
"Il cosiddetto Dio degli eserciti è sempre dalla parte della nazione che ha la migliore artiglieria e i migliori generali." (E.Renan)

PDF
Stampa
E-mail
Achille Beltrame, quando un immagine vale più di mille parole
30maggio
Copertina Domenica del Corriere 30 maggio 1915 

Il primo conflitto mondiale sin dal prime battute si differenzia subito rispetto alle vicessitudini belliche precedenti per il grande numero di persone coinvolte.

Non piu' guerre che duravano l'arco di una campagna e che coinvolgevano un numero limitato di persone, ma una guerra totale, che coinvolgeva milioni di famiglie e di soldati in tutto il mondo. Anche il modo di raccontare e descrivere la guerra cambia radicalmente, comunicare le notizie dal fronte e trasmetterle al popolo era un compito importantissimo, la censura militare era forte e solo poche informazioni non ufficiali riuscivano a filtrare.In Italia un grande contributo alla narrazione bellica tramite i suoi magnifici ed espressivi disegni sulla Domenica del Corriere lo offre Achille Beltrame.

Nato ad Arzignano il 18 marzo 1871 in provincia di Vicenza, Achille Beltrame inizia a lavorare presso la Domenica del Corriere nel 1899 sotto la direzione del giornale Corriere della Sera di Luigi Albertini.

Con l'inizio del grande conflitto mondiale nel 1914, nonostante la neutralità italiana, era impossibile per l'informazione nazionale non affrontare le azioni che si svolgevano nel resto del mondo, sia per eventuali interessi dalle parti interventiste sia per quelle neutraliste.

Achille_Beltrame
 Achille Beltrame (fonte wikipedia)

Quindi, anche la Domenica del Corriere con le copertine di Beltrame inizia a raccontare gli avvenimenti più importanti facendoli arrivare con la sua semplicità, forza di comunicazione e abilità di cogliere i particolari importanti, a tutta la popolazione, di qualsiasi estrazione sociale.

Il suo stile resta invariato anche dopo l'entrata in guerra dell'Italia, ovviamente alcune modifiche del messaggio da far recepire ci sono, perchè le tavole di Achille Beltrame dovranno cercare di trasmettere non piu' eventi di guerra a noi lontani, ma eventi che riguardano in primo piano e in prima persona il popolo italiano.

Le tavole del "maggio radioso" sono un esempio di questa nuova impostazione (nr 22 del 30-05-1915 e nr del 23 06-13-1915) in cui si cerca di rassicurare e sdrammatizzare l'entrata in guerra.

Durante tutta la durata del conflitto i disegni di Beltrame accompagneranno la gente italiana all'interno della grande guerra, coinvolgendo e commovendo il lettore, arrivando fino ad oggi in cui possiamo apprezzare senza nessun tipo di condizionamento i lavori di questo grande artista e, a mio modo di vedere, giornalista italiano.

 

Alcune Opere di Beltrame precedenti allo scoppio della Grande Guerra o durante il conflitto 1914 - 1918.

04 sarejevo1914 maggio
garibaldi Mosciagh_1915 beltrame-achille-germans-crush-belgium
C-10t 171111 23a_1931.jpgstd

 

Trailer Documentario di Michele Peyretti editore Chiaramonti su Achille Beltrame (Youtube)

 

Fonti.
Wikipedia, La Domenica del Corriere va alla Guerra di G. Oliva, 2012 Ed. Gaspari., Michele Peyretti, www.camerlo.altervista.org


 

Attività Siti Amici

In questa sezione segnalaremo eventuali eventi o riunioni organizzate sulla Grande Guerra in Trentino spedite dalle varie associazioni.

Grazie per la collaborazione

Rassegna fotografica
Il Caposaldo Austro-Ungarico del Nagià Grom 1914-1918 Sito Ana Mori

Siti amici

Banner

Seguici su Facebook

Siti amici

Banner